Ordinamento didattico Login
Giovedì, 27 novembre 2014

NORME RELATIVE ALL’ACCESSO

Corso a numero programmato:

verificare il bando sul sito: http://www.uniroma1.it/studenti/corsi/0506/

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA DEI CORSI

 Le materie disciplinari possono avere: insegnamenti di tipo teorico, esercitazioni in aula, esercitazioni in laboratorio. Ogni disciplina ha un numero di crediti formativi (CFU) adeguato alla richiesta conoscitiva del settore che essa rappresenta. Il singolo CFU è costituito da 25 ore di impegno didattico opportunamente suddiviso tra didattica frontale e studio personale dello studente. La percentuale di didattica del docente rispetto al totale è diversa a seconda della tipologia dell’insegnamento (teorico, con esercitazioni in aula o in laboratorio). I crediti corrispondenti a ciascuna attività formativa sono acquisiti dallo studente con il superamento di un esame o prova di idoneità o certificazione, con le modalità che saranno esplicitate nel Manifesto degli studi annuale. Ogni anno di corso può essere articolato in periodi didattici semestrali e/o annuali. La stessa disciplina può concorrere a costituire un “corso di insegnamento biennale” sull’arco di due anni, con eventuali esoneri parziali ma con un unico esame finale. Discipline con elementi di affinità didattica, possono concorrere a costituire un “corso di insegnamento integrato” sull’arco di uno o due anni, con eventuali esoneri parziali ma con un unico esame finale. La didattica svolta durante i corsi di Laurea e Laurea Specialistica ed i crediti relativi, per un totale di 180 e 300 rispettivamente, vengono opportunamente ripartiti, facendo riferimento ai settori scientifico disciplinari previsti per ciascun corso di laurea, in: a) Attività formative di base b) Attività formative caratterizzanti per ciascun corso di laurea c) Attività formative affini e integrative d) Altre Attività formative distribuite fra: - Attività formative autonomamente scelte dallo studente - Preparazione alla prova finale e lingua straniera - Ulteriori conoscenze linguistiche e informatiche, tirocini ecc. Gli studenti della Facoltà possono partecipare ad iniziative culturali di programmi comunitari previsti dall’Università (Erasmus, Tempus, Leonardo…).

FREQUENZA

 Poiché i corsi di laurea hanno un carattere prevalentemente applicativo e professionalizzante, con attività pratiche di laboratorio nei diversi settori disciplinari, la frequenza è obbligatoria ed è verificata secondo modalità stabilite dai singoli docenti in base alle caratteristiche del corso. Gli studenti che non avranno ottenuto la firma di frequenza delle esercitazioni di un laboratorio non potranno iscriversi all’anno successivo fino all’ottenimento della suddetta firma; essi verranno pertanto iscritti come ripetenti all’anno di appartenenza.

 TRASFERIMENTI TRA CORSI DI LAUREA E RICONOSCIMENTO DEI CREDITI

 Norme valide per i due corsi di Laurea specialistica e per i corsi di Laurea in “Scienze e tecnologie dei prodotti erboristici”, “Informazione scientifica sul farmaco” e “Tossicologia dell’ambiente”. Per gli studenti provenienti dai precedenti ordinamenti dei corsi di laurea della Facoltà di Farmacia, che vorranno passare ai corsi di laurea specialistica in Farmacia o in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche (secondo le annualità via via attivate) nonché ad un corso di laurea della classe delle lauree triennali in “Scienze e Tecnologie Farmaceutiche” saranno riconosciuti i crediti già acquisiti per gli insegnamenti con la stessa od analoga denominazione sulla base degli esami sostenuti. Per gli studenti dei corsi di laurea specialistica della Facoltà nonché per gli studenti ed i laureati della classe delle lauree triennali in “Scienze e Tecnologie Farmaceutiche” che vorranno passare ad altri corsi di laurea della stessa Facoltà saranno esaminati e valutati, dalla apposita commissione, i crediti acquisiti per gli insegnamenti appartenenti allo stesso settore scientifico disciplinare, similari per dizione e/o per contenuto. Agli studenti in debito di crediti relativi ad uno o più moduli di un corso integrato, verrà assegnato, in sede d’esame, un voto finale che sarà la media dei voti ottenuti nei vari moduli. I crediti acquisiti in insegnamenti o attività che non hanno corrispettivo nel piano degli studi del corso ricevente potranno essere computati, a domanda, tra quelli a scelta fino al massimo previsto di 16 crediti per il Corso di laurea in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche e di 20/28 crediti per il Corso di Laurea in Farmacia. Sarà comunque facoltà dello studente della classe delle lauree triennali in “Scienze e Tecnologie Farmaceutiche” sostenere esami previsti per i corrispondenti insegnamenti della laurea specialistica e quindi vedere riconosciuti al 100% i relativi crediti acquisiti nel caso di passaggio alla laurea specialistica in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche o Farmacia. Norme transitorie per l’iscrizione agli anni successivi al primo valide unicamente per gli studenti dei precedenti ordinamenti in Farmacia e Chimica e Tecnologia Farmaceutiche che hanno presentato domanda di passaggio ad una laurea triennale. Una volta esaminate le singole domande con il riconoscimento degli esami validi e dei relativi CFU, lo studente è ammesso: (1) con l’iscrizione al secondo anno se ha conseguito almeno 30 CFU; (2) con l’iscrizione al 3° anno se ha conseguito almeno 60 CFU (incluso il superamento degli esami di Matematica, Fisica, e Chimica generale ed inorganica).

PROVA FINALE

Come prova finale dei corsi di Laurea è richiesta una tesi, che potrà avere carattere sperimentale o compilativo, concordata con un docente della Facoltà che sarà discussa, in seduta pubblica. Sono fissate le seguenti scadenze per la presentazione delle domande di assegnazione tesi presso la Segreteria Studenti:  

  • 15 giugno con possibilità di conseguire il titolo dalla sessione autunnale successiva
  • 15 dicembre con possibilità di conseguire il titolo dalla sessione estiva successiva

Ultimo aggiornamento: 11/10/2005 17:29
HOMEVersione per la stampaVersione PDFSegnala a un amicoAiuto   http://www.ddatabase.com/